CAMPANE TIBETANE

Tra i numerosissimi “strumenti” musicali inventati dall’uomo nel corso dei secoli, le campane tibetane sono forse quelle che hanno le maggiori valenze sul piano meditativo e terapeutico.

All’apparenza sembrano poco più che ciotole di metallo per mangiare o cucinare, ma queste sembianze modeste nascondono un’anima di inimmaginabile ampiezza e raffinatezza.

Si tratta infatti di strumenti musicali assai sofisticati, realizzati artigianalmente e composti di una lega di vari metalli diversi, fino a 7 e oltre (tra cui anche argento e oro).

Grazie a ciò il suono che producono è ricco di armonici, poiché ogni metallo vibra ad una diversa lunghezza d’onda, e quindi un’unica percussione produce un accordo di più note. La diversa grandezza e spessore fanno poi sì che ogni campana abbia il suo peculiare accordo, più grave o più acuto, maggiore o minore, su una tonalità o su un’altra.

A seconda del materiale di cui è costituito il battacchio usato, una stessa campana può produrre suoni diversi, più acuti e metallici col legno vivo, più gravi e caldi col legno rivestito di pelle o gomma e ancora più basso con le bacchette di feltro usate per i tamburi.

Oltre alla percussione, è possibile suonare le campane strofinandole circolarmente sul bordo superiore; si ottengono così suoni assai particolari ed eterei, meno avvertibili a livello fisico durante una sessione di meditazione o di rilassamento, ma di grande impatto a livello emozionale e soprattutto spirituale.

COME FUNZIONANO LE CAMPANE TIBETANE
Fin dall’antichità, si sapeva che con le vibrazioni e il suono, ogni singola cellula viene massaggiata dolcemente ed armonizzata. Quindi, riacquista la sua frequenza vibratoria naturale e ritorna in “armonia” con il resto del corpo, favorendo quindi uno scambio energetico equilibrato tra la persona e l’ambiente.

I BENEFICI DELLE CAMPANE TIBETANE
L’esperienza con le campane tibetane incide profondamente sul corpo e sulla mente, dando grandi benefici:

  • Percepire uno stato di profondo rilassamento meditativo, a metà tra sonno e veglia
  • Placare gli stati di agitazione emotiva, favorendo così la serenità interiore
  • Avere un sonno regolare e rigenerante
  • Gestire i problemi legati all’ansia dovuti a problemi/blocchi di natura psicosomatica
  • Abbassare i livelli di stress
  • Stimolare il sistema immunitario
  • Migliorare l’efficienza del respiro
  • Stimolare i processi depurativi dell’organismo
  • Alleviare l’emicrania
  • Risolvere contratture muscolari e blocchi energetici, attraverso applicazioni mirate


 

Vedi anche:

MASSAGGIO VIBRAZIONALE

RILASSAMENTO E ARMONIZZAZIONE 

L’ORIGINE DELLE CAMPANE TIBETANE